ASSO VELA
 
RSS Feed
 
17/04/2012 VOLVO OCEAN RACE: 15 PUNTI PER CAMPER QUARTO A ITAJA

CAMPER quarto a Itaja, 15 punti e la terza piazza nella generale

Itaja, Brasile - 17 aprile 2012 - Poco dopo le 14.30 di oggi finalmente finita l'odissea di CAMPER with Emirates Team New Zeland nella quinta tappa della Volvo Ocean Race 2011/12. Il team guidato da Chris Nicholson ha tagliato la linea del traguardo dopo quasi 31 giorni, ottenendo un meritato quarto posto che gli vale 15 punti e che consolida la sua terza posizione nella classifica generale. Intanto PUMA, Telefonica e Groupama sono tornati in acqua dopo i lavori e lo shore team di Abu Dhabi pronto a ricevere la barca per sostituire le parti danneggiate, sperando di poter essere sulla partenza della DHL In-port race di sabato.

Alle 14.35.44 UTC di oggi, dopo 30giorni, 11 ore, 35 minuti e 44 secondi CAMPER with Emirates Team New Zealand ha finalmente tagliato la linea del traguardo di Itaja, in Brasile al termine di una quinta tappa che per il team ispano/neozelandese stata tutto tranne che priva di insidie. L'equipaggio guidato da Chris Nicholson ha portato a termine la sua fatica avendo navigato quasi 11 giorni in pi dei suoi avversari. CAMPER chiude al quarto posto nella classifica di tappa e si aggiudica 15 punti che gli permettono di rimanere sul terzo gradino del podio generale con 119 punti, alle spalle di Team Telefonica e Groupama -rispettivamente a 147 e 127 punti- e di tenere a distanza seppur ravvicinata gli americani di PUMA, vincitori della tappa, che ora hanno 6 punti di ritardo.

Sui visi degli undici velisti stanchezza ma soprattutto molto sollievo dopo una tappa che si trasformata in una vera maratona di quasi 9.100 miglia per il team costretto a fermarsi cinque giorni nel porto cileno di Puerto Montt per riparare i danni subiti nelle dure condizioni del pacifico meridionale.

Lo skipper Chris Nicholson ha descritto la tappa cos: "Questa tappa, prima che lasciassimo Auckland, aveva un potenziale enorme per noi. Uno dei nostri fattori di forza era l'affidabilit. Ma, come succede sempre in questa regata, ci sono state delle sorprese e questa stata una di quelle per noi. Avevamo fatto moltissimi test sulla barca e non avevamo mai avuto alcun problema. Quindi quello che successo stato inaspettato e deludente. Per la reazione del team si dimostrata tutto tranne che sorprendente o inaspettata, tutti hanno lavorato duro per risolvere il problema che ha drenato risorse e energie per quello che stata quasi una ricostruzione della barca in Cile, prima di poter rientrare in gara." Secondo Nicholson quanto accaduto ha rinforzato la coesione nel team: "S, le avversit rendono il gruppo pi forte e noi siamo pi forti che mai." Nicholson si detto comunque felice di ottenere i punti del quarto posto. "Sono 15 punti preziosi, non sapremo quanto fino alla fine a Galway. Ho l'impressione che saranno vitali."

Per l'equipaggio e lo shore team di CAMPER i prossimi giorni si prospettano decisamente intensi, visto che oltre a recuperare le forze tutti saranno impegnati a mettere a punto la barca per i prossimi impegni, la DHL In-port race di sabato ma soprattutto la sesta tappa da Itaja a Miami, che partir domenica. "Credo dovremo togliere l'albero, ha fatto 9.000 miglia senza essere controllato quindi ha bisogno di una verifica. La barca in condizioni perfette, quindi probabilmente non dovremo toglierla dall'acqua. Per ci sono una serie di piccoli lavori da fare. Potremmo anche scendere dalla barca e tornare sabato, prenderci una pausa, ma possibile che un piccolo problema si trasformi in uno pi serio, quindi non faremo cos. Lo shore team lavorer duro per riportare tutto al massimo, e conoscendoli i ragazzi faranno tutto ci che necessario. Ci che mi preoccupa non la mancanza di riposo ma piuttosto la mancanza di preparazione sulla meteo della prossima tappa. Dovremo leggere con attenzione le note del team di terra per capire cosa ci aspetta."

A Itaja, intanto i primi tre arrivati PUMA, Telefonica e Groupama sono stati rimessi in acqua dopo essere stati sottoposti a un refit completo, nei primi due casi, mentre i francesi hanno anche effettuato lavori alla parte poppiera dello scafo e montato l'albero di rispetto in sostituzione di quello rotto nelle fasi finali della tappa. Da parte sua Abu Dhabi ancora sul cargo che lo sta trasportando in Brasile e il team di tecnici, a cui si sono aggiunti alcuni costruttori, pronto per mettersi al lavoro e sostituire un'ampia zona della prua con pezzi in carbonio preparati ad hoc. "Tutto pronto a parte il pezzo finale del puzzle, la barca." Ha detto il direttore del team Jamie Boag. "Si dovr lavorare a tempo pieno per completare il lavoro, e abbiamo studiato la procedura nel dettaglio per essere certi che tutto sia fatto nella maniera pi efficiente possibile. Tuttavia, non possiamo permetterci di affrettare le cose." La scadenza che si sono posti i componenti del team di poter tornare in acqua prima di sabato.

Il programma prevede infatti che si ritorni alla competizione, con la DHL In-port Race Itaja sabato 21 aprile alle 19 ora italiana (le 14 locali) prima prova che assegna punti, e il giorno seguente domenica 22 aprile la partenza della sesta tappa che porter la flotta a Miami, in Florida USA, per un totale di oltre 4.800 miglia.

Le ultime notizie e le interviste sul sito www.volvooceanrace.com

Ordine d'arrivo quinta tappa, Auckland/Itaja:
1. PUMA Ocean Racing powered by BERG: 19d 18h 09m 50s
2. Team Telefnica: 19d 18h 22m 29s
3. Groupama sailing team, 23d 12h 58m 44s
4. CAMPER with Emirates Team New Zealand, 30d 11h 35m 44s
5. Abu Dhabi Ocean Racing, ritirato dalla quinta tappa
6. Team Sanya, ritirato dalla quinta tappa

Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12:
1. Team Telefnica, 147 punti
2. Groupama sailing team, 127
3. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 119
4. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 113
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 55
6. Team Sanya, 25

La Volvo Ocean Race in pillole
- La Volvo Ocean Race partita dal porto spagnolo di Alicante lo scorso 29 ottobre e finir a Galway, in Irlanda nell'estate del 2012.
- La regata toccher i porti di Citt del Capo in Sudafrica, Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti, Sanya in Cina, Auckland in Nuova Zelanda, Itajai in Brasile, Miami negli USA, Lisbona in Portogallo e Lorient in Francia.
- La prima edizione della regata, che si snodava su un percorso di 31,250 miglia si svolta 37 anni fa, quando era conosciuta con il nome di Whitbread Round the World Race ed considerata come la pi difficile e impegnativa regata oceanica in equipaggio.
- L'edizione 2011-12 sar l'undicesima della storia

Risorse online sulla Volvo Ocean Race:
www.volvooceanrace.com

www.facebook.com/pages/Volvo-Ocean-Race/137241232436

www.youtube.com/user/volvooceanracevideos

http://twitter.com/#!/volvo_oceanrace

Camper (clicca per ingrandire) - foto Paul Todd- Ian Roman Camper podio (clicca per ingrandire) - foto Paul Todd- Ian Roman Nicholson (clicca per ingrandire) - foto Paul Todd- Ian Roman


Altre News
18/04/2012 MIDRO 2012
17/04/2012 CASIN CUP, CAMPIONATO EUROPEO CLASSE STAR - DAY 3
17/04/2012 VOLVO OCEAN RACE: 15 PUNTI PER CAMPER QUARTO A ITAJA
17/04/2012 DISPUTATO A CAORLE IL TROFEO SOLIGO SPUMANTI
17/04/2012 IL MORO FA SOGNARE ANCORA
 
  Copyright © 2005/2020 ASSO VELA | E-mail: info@assovela.it